giovedì 13 novembre 2014

È sciocco preoccuparsi del problema della fame nel mondo e non avere poi alcun interesse ad agire attivamente, in prima persona, per contrastare questo dramma. Le nostre scelte alimentari rappresentano uno dei passi che possiamo fare per dimostrarci veramente sensibili e per andare contro l'ipocrisia in cui vive la gran parte dei ricchi europei e americani: apparentemente preoccupati dai problemi del mondo, ma alla fine mai interessati a fare qualcosa di concreto per risolverli. Sembra che l'occidente medio sia impegnato in una folle corsa verso il lusso, verso l'eccesso; non si tratta solo di automobili o ville miliardarie, il lusso è rappresentato anche dall'inutile spreco di risorse planetarie, che , purtroppo, sono limitate e spesso prossime all'esaurimento (petrolio e acqua in primis).

- Autori Vari, La Cucina Etica

2 commenti:

  1. Singapore fa piangere da quanto sprecano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai non mi dire così che poi mi sento male...

      Elimina